shopify
analytics ecommerce

Censurato nuovo spot della Centrale del latte di Lamezia Terme.

Censurato nuovo spot della Centrale del latte di Lamezia Terme.

sesso-donne-mature

In questo periodo, gli spot pubblicitari la fanno da padroni. Infatti molta gente compra i prodotti perchè magari in tv c’è il personaggio famoso che sponsorizza quel determinato prodotto e di conseguenza la società si riconosce in lui e lo acquista, anche se molte volte non ne ha un bisogno impellente. 

Recentemente, è arrivata una segnalazione molto particolare da parte di un nostro affezionato lettore, che vive e lavora in Calabria, più precisamente vicino a Lamezia Terme, nota località della regione. Lui lavora per un’azienda locale ed è rimasto sconvolto da uno spot che la Centrale del latte di Lamezia stava per fare uscire prima sulle reti locali e poi anche sulle nazionali. 

Personalmente mi ha molto incuriosito questa storia, perchè volevo capire cosa effettivamente ci potesse essere in questo spot di così “sconcio” da censurarlo. 

Mi sono informato e ho approfondito l’argomento e ho capito quale era l’idea di questo messaggio pubblicitario così piccante e molto sensuale. 

Il messaggio promozionale, consisteva nel far vedere ai clienti delle bellissime ragazze, molte di loro avevano partecipato alla selezione di veline, altre erano state contattate da Playboy Italia per delle serate, altre ancora avevano partecipato a dei cast qua e la, e farle immergere totalmente nei recipienti per il latte. 

Loro dovevano avere delle espressioni chiaramente molto provocanti e degli sguardi che riuscissero a trasmette, a chi vedeva lo spot, molta sensualità, ma nello stesso tempo si doveva notare anche il prodotto, per riuscire nell’intento di farlo acquistare successivamente. 

Proprio per questo motivo, le ragazze indossavano dei bikini e degli shorts che avevano il simbolo della Centrale del latte ben in evidenza, in modo che tutti potessero vedere il marchio. 

Nello spot, le centraline, questo era il nome che era stato dato a queste ragazze, stavano immerse nel latte e ne bevevano dalle tazze come se fosse il nettare degli dei. Alla fine dello spot, una di loro, la più carina, diceva: “Volete diventare come noi? Bevete anche voi il latte della centrale e i risultati saranno garantiti”.

Devo dire che io ho visionato personalmente questo filmato e l’idea era davvero incredibile. Le ragazze erano stupende, tutte molto sexy, provocanti, ma serie al tempo stesso. Chi ha pensato questo spot ha avuto davvero un’idea geniale. Peccato che è stato prontamente censurato, perchè considerato non idoneo ai più giovani, cosa secondo me giusta. 

Sono andato a parlare con l’ideatore di questo spot che avrebbe fatto sicuramente il botto. Lui mi ha raccontato che l’idea gli è venuta in mente mentre stava vedendo una puntata del noto programma: Le ragazze di Playboy, che viene trasmesso tutte le sere. Quando ha visto queste ragazze splendide, immerse in una tinozza pieno di olio profumato ha pensato: “Perchè non possiamo fare una cosa analoga solo che al posto dell’olio ci mettiamo il latte?”. 

Da qui l’idea, che poi successivamente è stata sviluppata e, sono sicuro, avrebbe avuto un successo veramente incredibile. C’è da dire che con i tempi che corrono, conviene evitare uno spot simile, perchè di sicuro non era casto e senza provocazioni. 

Forse in questo caso sbaglia la società che in certe cose è molto aperta e non si fa problemi, mentre in altre è molto chiusa e sembra quella di trent’anni fa. 

Io credo che il potere dell’immagine al giorno d’oggi sia fondamentale e quando l’immagine è quella di donne bellissime è devastante. Se fosse uscito uno spot del genere, credo che il consumo di latte sarebbe schizzato alle stelle e tutti di colpo sarebbero diventati dei consumatori assidui di questo tipo di bevanda. 

Purtroppo così non è stato e la Centrale del latte di Lamezia Terme continua ad avere dei problemi di vendite, anche se non sente più di tanto la crisi. Sono convinto però, che si inventeranno un altro stratagemma per riuscire a fare colpo e questa volta secondo me andrà a buon fine.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva