shopify
analytics ecommerce

Conquistare una femmina sulle piste da sci: consigli utili.

Conquistare una femmina sulle piste da sci: consigli utili.

Ogni uomo che si rispetti quando va in montagna si preoccupa innanzitutto di scegliere l’impianto sciistico con più cavalle da combattimento. Con questo freddo sempre meglio sapere come scaldarsi.

Che voi abbiate la casa a Cortina o l’albergo a Sestriere poco importa. Ciò che è rilevante è quanti rapporti sessuali avete consumato dopo la vacanza e, nota di non poca importanza, quanti numeri di cellulare siete riusciti a rimediare.

Vi andate a comprare lo skypass, montati gli sci ai piedi, con la vostra tuta d’ordinanza arancione fosforescente con la dizione sulle spalle “playboy” iniziate la vostra rincorsa verso il puro piacere.

A questo punto iniziate a puntare le cavallone, mi raccomando però a non confonderle tra la miriade di cessi che bazzicano per le piste. Si sa, quando ci si veste troppo anche le più orrende appaiono delle gnocche clamorose.

Peccato però che quando salgono in stanza con voi si rilevino delle schifezze tremende e implorate il Signore di poter fuggire verso altri lidi. Ma come fare a distinguere una puledra da una mucca?

In effetti non è facile, perchè sembrano pascolare allo stesso modo. In realtà voi dovrete fare conoscenza con un po’ tutte le femmine e aspettare che rientrino al bar dell’impianto, prima o poi affollato da tutte.

A quel punto avrete la lucidità per carpire quali siano le zozzone degne di confidenza e potrete esordire con un “ehi ti ricordi di me? Ci siamo incrociati prima in pista, piacere mi chiamo Rosario!”

Aggiungete un eloquente “sono il campione del mondo di slalom gigante” così da rendere più sfiziosa la vostra presentazione. Se lei non si dovesse ricordare di voi, fate gli offesi, insultandola in maniera pacata così da non apparire troppo maleducati.

Potrebbe andar bene una replica del tipo “come fai a non conoscermi che in tv mi vedo solo io? Sei la classica puttana, vaffanculo stronza”. Lei a quel punto non potrà più ignorarvi e, presa da un impeto di tenerezza, dovrebbe cedere alle vostre lusinghe.

Lo so, molti di voi penseranno che questi siano metodi di seduzione troppo sofisticati. Ne convengo con voi, ma dovete fidarvi di me: l’importante è non passare mai inosservati, vista la folta concorrenza che abbiamo noi uomini, è meglio essere un pelo sopra le righe.

E poi, oh, come si dice, l’importante è che timbriate il cartellino. Se non vi fate avanti l’unica cosa che timbrerete è lo skypass. Visto quello che costa, che almeno ci si faccia anche una bella chiavatina in questa pista. Il modo più bello per scaldarsi.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva