shopify
analytics ecommerce

Ecco cosa ne pensa la redazione DaUomo della manifestazione delle donne antiSilvio.

Ecco cosa ne pensa la redazione DaUomo della manifestazione delle donne antiSilvio.

Cari amici, e care amiche, in molti ci hanno chiesto cosa ne pensiamo della manifestazione delle donne antiSilvio, avvenuta nelle piazze italiane nella giornata di domenica.

Tanti striscioni colorati, molte facce famose, come Isabella Ragonese, attrice, Angela Finocchiaro, comica, e Susanna Camusso, sindacalista: che se ne dica, tutte donne molto ma molto brutte.

Aldilà della non troppo velata connotazione politica dell’iniziativa, ampiamente organizzata e finanziata dai partiti dell’opposizione, ci chiediamo: a che serve tutto questo casino?

Uno spreco di soldi pubblici, una pagliacciata a cui l’Italia avrebbe fatto volentieri a meno e, cosa ancor più grave, un ennesimo momento di black out per il traficco cittadino: non vi bastano le domeniche a piedi?

Molte donne sostengono che la loro sia un’iniziativa per mandare a casa Belrusconi, reo d’aver svilito il ruolo della donna per mezzo delle sue performance nella casa di Arcore.

Punto primo, Berlusconi a casa fa cosa vuole e a voi dovrebbe fregare ben poco. Punto secondo, a ben guardare da quanto siete brutte, a Berlusconi non passerebbe neanche per la testa di approcciarsi con voi.

Insomma, care sfigate da quattro soldi, siete solo le solite trite e ritrite comuniste che non gli si fila nessuno e tentano, con le armi del teatrino e dell’inganno, di convincerci che tutto va male.

Ma non ci riusciranno, perchè sono minorate e minoranza, in un Paese che grida a gran voce viva la prostituzione, viva le escort, viva la libertà!

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva