shopify
analytics ecommerce

Le chiedo una pompa, mi fa il pieno.

Le chiedo una pompa, mi fa il pieno.

Di solito frequento escort europee, probabilmente perchè sono sempre stato un tradizionalista. Tra mediterranee, vichinghe e ragazze dell’est, c’è davvero un’ottima scelta.

Ma quella volta ho voluto strafare, prenotando una maialina giapponese. Si sa, dopo un po’ il pesce puzza e c’è tanta voglia di cambiamento, giusto per non annoiarsi e farsi mancar nulla.

Non ricordo neanche come si chiamasse, Fujiko o Fahiko, poco importa. Fatto sta che non capiva una bega. Mi prendeva alla lettera qualsiasi cosa dicessi. Per carità, nulla di male, anzi.

Noi uomini veri vogliamo ragazze gentili e servizievoli, ma ci sono state delle situazioni che davvero mi hanno fatto rabbrividire a tal punto ci si è resi ridicoli.

Se ci si ferma in autogrill e si chiede alla propria accompagnatrice una pompa, cosa volete che faccia secondo voi? Invece lei no, è scesa, ha aperto il tappo del serbatoio e giù benzina.

Va beh l’efficienza tipica dei giapponesi, ma qui si esagera. Io avevo chiesto una prostituta, non una benzinaia. Infatti dopo il rifornimento mi sono spiegato meglio e ha fatto il suo mestiere.

Ma nonostante ciò non ho lesinato dal commentare l’episodio sulla pagina personale della ragazza con un lapidario “ottima prestazione ai box. Una cavalla? No, un’intera scuderia!”.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva