shopify
analytics ecommerce

L’Italia è in crisi, ma i sexy shop registrano un aumento delle vendite del 15%.

L’Italia è in crisi, ma i sexy shop registrano un aumento delle vendite del 15%.

In questi giorni tutti i giornali e i telegiornali, ci stanno bombardando su questa crisi finanziaria che sembra stia per mangiarsi i soldi di tutti noi. Da un pò di tempo si dice che nel nostro paese ci sia una crisi, anche abbastanza grave, che le persone ormai tendono a risparmiare sempre di più e che i soldi vengono spesi solo per le cose veramente essenziali.

Sono molte le attività commerciali che stanno risentendo della crisi e sono molti i commercianti sull’orlo di una crisi di nervi, poichè non riescono più a vendere come un tempo. Ci sono attività che ovviamente, anche se hanno subito rincari non indifferenti, continuano a vendere comunque. Sto parlando dei supermercati e di tutti quei negozi che vendono roba di necessità indispensabile.

Sentendo tutti parlare di questa crisi, mi sono fatto una domanda: ma il mercato che vende cose che riguardano il sesso, avrà avvertito la crisi, oppure non lo ho sfiorato minimamente? Quando parlo di questo settore, mi riferisco a quelle attività che vendono merce per fare sesso in maniera più strana e piacevole, insomma mi riferisco ai sexy shop. Credo che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, sia entrato in uno di questi negozi, che i ragazzini adolescenti considerano dei veri e propri paradisi.

Vengono infatti visti dai giovanissimi come dei veri e propri luoghi mitici. C’è infatti il mito dei sexy shop e sono molti i curiosi che si recano all’interno per dare un occhiata alcuni e per comprare altri. Il numero di questi negozi, è in aumento. Sembra infatti che sempre più commercianti decidano di intraprendere questa strada per fare più soldi possibili e per trasformare la loro vita in un business sessuale. 

Se c’è questo aumento considerevole dell’apertura di queste attività, vuol dire che i guadagni sono buoni e che la crisi magari c’è, ma è marginale. Mi sono recato in un noto sexy shop del nord Italia e ho cercato di capire dal proprietario come stavano andando gli affari nell’ultimo periodo. La risposta che mi ha dato è stata inaspettata e molto particolare. Mi ha detto che ha avuto un aumento considerevole nelle vendite rispetto a qualche anno fa e che c’è sempre maggiore richiesta da parte dei clienti. 

Ha aggiunto che vengono anche molte donne a comprare e nelle loro scelte preferite ci sono le manette, ma soprattutto i frustini. Si sta sviluppando sempre più, infatti, la cultura sadomaso, che sembra riscuotere un grande successo fra le coppie di oggi. Questo ovviamente aiuta moltissimo questi negozi, che sono i rifornitori numero uno di oggetti per svolgere questo sesso così particolare. 

Mi sono poi successivamente documentato e ho cercato dati che mi potessero dire se effettivamente l’aumento delle vendite c’è stato oppure no. Ho fatto fatto delle ricerche e ho scoperto che in Italia i sexy shop registrano un aumento delle vendite del 15%. Questo è un dato davvero molto significativo. Che un attività del genere, faccia registrare un aumento dei ricavi e molto particolare e strano.

Significa, che la gente spende dei soldi per soddisfare la proprie voglie sessuali e magari è più tirchia e spende meno soldi dove invece sarebbe più opportuno spenderli. I sexy shop sono sempre stati dei negozi che hanno avuto molto traffico e ottime entrate. Persone insospettabili, che ricoprono cariche anche importanti all’interno della società, sono clienti abituali di questi negozi. 

Un tempo la clientela era praticamente tutta maschile; oggi, invece, sembra che anche le donne stiano cominciando a frequentare questi ambienti e di conseguenza inizino a diventare clienti affezionate. Questo è molto strano, la donna non ha mai amato il sesso fatto in maniera violenta o estroversa. Negli ultimi anni c’è stata però un’inversione di tendenza, il sesso si vede ormai con occhi più vogliosi e arrapati e sono proprio le donne a volerlo così. 

Io credo che la crisi ci sia, ma non credo che sia poi così grave. La gente ha sicuramente meno soldi di un tempo, i prodotti sono aumentati di prezzo, ma comunque si continua a spendere e tanto. Il problema è che si spende su cose futili, di cui si potrebbe fare a meno. L’articolo di oggi, dimostra la potenza che il sesso ha sulla società di oggi, che spende per fare sesso in maniera particolare e magari non riesce ad arrivare alla fine del mese. Fare sesso è bellissimo e non dovete mai smettere di farlo, occhio però al portafoglio, perchè il sesso è importante, ma anche tutto il resto.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva