shopify
analytics ecommerce

Ma che Mito! Quello vero è l’Alfa 75.

Ma che Mito! Quello vero è l’Alfa 75.

Questo è l’anno del centenario dell’Alfa Romeo e in Fiat stanno ultimando gli ultimi preparativi per il rilancio del modello Giulietta, che di Alfa ha solo il nome e lo stemma.

Io sono un alfista e mi ricordo un altro anniversario: il settantacinquesimo. Era il 1985, anno di lancio sul mercato dell’ultima vera berlina del Biscione, l’Alfa 75.

Trazione posteriore, motori prestanti e design spiccatamente sportivo. Nella gamma anche le versioni con minigonne e passaruota allargati, per un piacere di guida senza paragoni.

Dal 1992, con la gestione di Fiat del marchio, il contenimento dei costi voluto da Agnelli ha snaturato indelebilmente un marchio facendogli perdere tutti i connotati.

Un’impronta sportiva solo apparente. Addirittura il pianale del modello 155 è lo stesso della Fiat Tipo! Un vero e proprio abominio. E poi, dov’è finita la trazione posteriore?

Oggi è meglio che Fiat venda questo storico marchio. Sono arcistufo di assistere a queste operazione di marketing di rilancio di un marchio che ormai è fotocopia di modelli Fiat.

Ben vengano investitori o nuovi acquirenti, che credano realmente nelle potenzialità di Alfa. Nel frattempo continuo a guidare la mia Alfa 75 3.0 V6 Quadrifoglio Verde. Alla faccia di Marchionne.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva