shopify
analytics ecommerce

Masturbarsi all’aperto? Ora è possibile: negli Stati Uniti è stato brevettato il primo vibratore ad energia solare.

Masturbarsi all’aperto? Ora è possibile: negli Stati Uniti è stato brevettato il primo vibratore ad energia solare.

La masturbazione è ormai una delle cose più in voga tra i giovani e le giovani. Sono sempre di più i ragazzi che si masturbano pensando a momenti sexy che hanno vissuto o a situazioni che li arrapano particolarmente. Ci sono molte persone che lo fanno dappertutto. Secondo recenti studi, molti impiegati si masturbano sul posto di lavoro perchè annoiati. Certo è molto particolare che dei distinti signori ricorrano ancora a questi giochetti obsoleti. 

Ovviamente anche le donne sono molto attratte dalla masturbazione. C’è di dire che non lo dicono in giro, fanno come se non avessero mai provato, ma in realtà sono tra le più vogliose, soprattutto quelle tra i 16 e i 25 anni. Non molto tempo fa, in un sito americano, avevo letto la richiesta di una ragazza che voleva masturbarsi all’aperto, magari in un parco lontano da occhi indiscreti. Lei utilizzava il vibratore per provare piacere, ma ovviamente per masturbarsi all’aperto serve un oggetto che possa avere un’energia che duri molto a lungo e che faccia provare dei lunghi momenti di piacere alla donna.

In gran parte degli Stati Uniti, vendere i vibratori è illegale, anche se poi vengono venduti normalmente e senza alcuna difficoltà. Un ingegnere, per caso prese in considerazione la richiesta della ragazza e decise di provare a costruire un vibratore che funzionasse con l’energia solare. Ovviamente è una cosa molto complicata da sviluppare e ci vuole parecchio tempo per portarla a termine. Si mise comunque di impegno e decise di affrontare questa nuova avventura e sappiamo che quando un ingegnere si mette in testa una cosa poi la porta a termine.

Pensò per molto tempo come sviluppare il progetto e dopo mesi di lavoro lo portò a compimento. Fondamentalmente si tratta di di un semplice vibratore, come gli altri che si vendono da decenni ormai, ma che ha una piccolissima cella foto voltaica che permette di assorbire l’energia solare e di conseguenza di potersi masturbare all’aperto senza il minimo problema. Ovviamente necessitava di un brevetto, che gli è stato subito accordato e quindi tra poco sarà in vendita in tutti i negozi. 

Sarà un oggetto che avrà un discreto successo secondo me, anche se verrà acquistato solo da coloro che non possono proprio fare a meno di questo tipo di masturbazione. C’è da dire che in molte coppie viene anche usato per far aumentare il piacere nella donna, ma non credo che vadano a comprarsi un vibratore ad energia solare. 

Devo ammettere che l’inventore di questo oggetto è stato veramente molto intelligente. E’ riuscito a farsi molti soldi con una cosa che tutto sommato è conosciuta da moltissimo tempo. Il prossimo passo, sarà quello di costruire delle aree apposta, all’aperto, dove la gente potrà andare a masturbarsi in santa pace e magari far nascere anche qualche piccola o grande, orgia collettiva. In America c’è già un progetto che vuole portare alla costruzioni di luoghi simili, ma chiaramente per adesso rimane solo un utopia. 

Mi sono recato in alcuni sexy shop per chiedere il parere ai gestori su questi nuovi oggetti di piacere. I pareri sono stati simili tra di loro e tutti hanno detto che sicuramente acquisteranno questi nuovi prodotti. Credono però che nel nostro paese non avranno molto successo, perchè chi usa il vibratore in Italia, sono persone più riservate, che non hanno minimamente intenzione di andare a farlo all’aperto, per di più in un luogo pubblico. 

Effettivamente il fatto di volersi masturbare all’aperto, è una cosa che solo gli americani potevano pensare. Io li considero dei bambinoni, che non crescono mai e che fanno di tutto pur di provare cose strane e nuove. C’è da dire che hanno tantissimi pregi e che non smettono mai di stupirmi con le loro idee bizzarre e molte volte fuori dal comune.

Sicuramente le donne americane e non solo saranno felicissime di questa notizia. E’ come se avessero inventato un nuovo oggetto miracoloso e alcune che non vedono l’ora di provarlo. Pensate che ci sono già delle liste d’attesa piene di ragazze che vogliono acquistare il vibratore magico il primo giorno che uscirà sul mercato. Mi sembra un tantino esagerato questo comportamento, ma sicuramente avranno i loro buoni motivi per farlo. 

Cari lettori, non so se voi acquisterete mai un prodotto simile. Io faccio parte ancora della vecchia scuola, che ritiene che provare piacere con un oggetto sia abbastanza squallido, perchè vuol dire che non si riesce a trovare chi ci soddisfa davvero. Detto questo non vi sto assolutamente dicendo di non usare questi oggetti, che in molti casi sono utili, ma certo se trovate una persona in carne ed ossa, che abbia una voglia matta di fare sesso, è molto meglio!!

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva