shopify
analytics ecommerce

Porn week: 3000 euro per fare una vacanza e girare film hard, con porno star vere.

Porn week: 3000 euro per fare una vacanza e girare film hard, con porno star vere.

Il sesso ormai si è sviluppato sotto molte forme e si cerca di trovare sempre qualcosa di nuovo per commercializzarlo e far si che sempre più gente si avvicini al sesso che si “compra”. E’ molto raro trovare gente che, come fino a poco tempo fa, il sesso lo vede come un atto di procreazione e basta; questo perchè veniamo bombardati dai media che vogliono farcelo apparire come una cosa dove si gode e basta.

Molte persone pensano a come presentare il sesso in maniera divertente ma nello stesso tempo arrapante. Una popolazione che però batte tutte le altre, sotto il punto di vista dell’inventiva sessuale, è quella americana. Sappiamo infatti che l’americano è una persona molto particolare, io credo che gli siano dei “bambinoni” che non crescono mai e che affrontano i problemi della vita, molto spesso in maniera superficiale. 

Anche il sesso lo vedono come un gioco e tendono a praticarlo molto di frequente, ma senza legami affettivi particolari. Un imprenditore americano ha avuto, secondo me, un’idea di business fantastica, che sta prendendo piede in questo periodo e che sembra piaccia molto alla gente. La sua idea è quella di far passare una settimana con delle pornostar vere in un posto da cartolina e avere la possibilità di girare dei veri e propri film hard in compagnia di queste belle fanciulle molto disponibili.

All’inizio si credeva fosse una cosa campata per aria, infatti sembrava non interessasse a nessuno, ma poco alla volta sempre più gente sembra apprezzare questa nuova “attrattiva sessuale”. Ovviamente tutto a un costo; in questo caso si parte da 3000 euro, ma dipende dal luogo che si sceglie per fare la vacanza ovviamente. Molte pornostar hanno apprezzato questa nuova iniziativa e si sono dette contente di partecipare a un progetto simile.

Anche un ragazzo italiano è andato in America, perchè incuriosito da questa cosa, infatti non resisteva più e voleva provarla a tutti i costi. Al suo ritorno, sono andato a chiedere e a sentire le sue reazioni dopo una settimana passata con delle pornostar autentiche. Lui, ovviamente, è rimasto molto soddisfatto e ha detto che le ragazze sono tutte molto carine e disponibili (non potrebbe essere altrimenti, con quello che costa) e che ha fatto cose che non si immaginava nemmeno. 

La giornata si articola in questa maniera: la sveglia non esiste, quando vuoi ti alzi. Ovviamente dormi con le ragazze, due o tre dipende, che al mattino ti portano la colazione a letto. Io credo che farsi portare la colazione a letto da una porno diva non abbia un prezzo. Al mattino ci si rilassa, si va in piscina si bevono cocktail e non si pensa a niente. Dopo pranzo ci si riposa un pò, perchè dopo arriva la parte piacevole, ma faticosa della giornata.

Dal tardo pomeriggio, infatti, si iniziano a girare dei veri e propri film porno con queste signorine. Ma non è finita qui; infatti dopo cena c’è anche la sessione serale dove si va a scopare in luoghi molto suggestivi e arrapanti. Provate a pensare cinque giorni così, come minimo al ritorno in Italia si cade in depressione. Il bello di questa idea, secondo me, è il fatto di non sfruttare le prostitute per soddisfare le proprie voglie, ma di andare con persone che lo fanno di mestiere, che sono convinte del lavoro che fanno e che ci mettono la passione vera. 

Una settimana così credo sia impossibile da scordare. E’ il sogno di ognuno di noi, passare una settimana da urlo con delle donne che sprizzano sesso da tutti i pori. Ma il bello è che sono lì per fare sesso con noi e con nessun altro. Ci sono ormai liste d’attesa molto lunghe per la porn week (questo è il nome che le è stato dato) e sembra che la lista continuerà ad allungarsi sempre di più.

Cari lettori, io credo che fare un’esperienza così possa essere davvero molto utile e piacevole. Bisogna ovviamente essere consci a cosa si va incontro e mettere da parte i sentimenti, quelli veri, perchè in una vacanza così i sentimenti non possono esistere. Detto questo, credo che chi ha la fortuna di provare una esperienza così sia veramente un uomo fortunato, che sicuramente tornerà a casa con sensazioni che non aveva mai provato prima e che, difficilmente proverà ancora.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva