shopify
analytics ecommerce

Scopre che scrivo su DaUomo, mi lascia.

Scopre che scrivo su DaUomo, mi lascia.

Ma io dico, cosa c’è di male ad esprimese il mio pensiero. Alla fine la mia ex l’avevo conosciuta infilando la monetina in un distributore automatico, proprio come ho raccontato a voi.

E per di più non mi sono mai tirato indietro quando si trattava di non dirle cose carine, non farla sentire mai importante. Cioè, le stesse identiche cose che predico qui da mesi e mesi.

Ma lei no, appena ha letto che scrivevo nero su grigio quello che lei viveva quotidianamente mi ha lasciato. Ma come? Aveva bisogno di leggerle certe cose? Mah, incredibile la motivazione.

Mi ha detto che “è stufa di essere presa in giro da un energumeno che si approfitta della sua bontà d’animo”. Ma chi crede di essere, una escort di lusso?

E no cari miei, qui si esagera. Io dico e faccio esattamente quello che voi leggete. Io sono coerente. Non è che mi perdo in chiacchere gratis. Non stiamo a pettinare le bambole. Sia mai!

Non le avevo neanche mai detto che non la tradivo. E lei, indisposta, mi racconta che lo dava per sottointeso. Ma siamo matti? Insomma, però mi turba una cosa.

E’ un mondo nella quale ogni donna sembra aver bisogno di ipocrisia. Se ammettiamo che non ci cambia nulla frequentare una prostituta o lei (perchè tanto costa uguale), allora si infervora afferrandoci il pene.

Una realtà dove c’è ancora bisogno di favole. In cui Cenerentola perde la scarpa con il tacco dodici, ma non indossa una minigonna con calze e autoreggenti. Diavolo di un perbenismo.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva