shopify
analytics ecommerce

Vicina di casa topolona, istruzioni per l’uso.

Vicina di casa topolona, istruzioni per l’uso.

Portarsi a casa una femmina non sempre è difficile, spesso infatti si concendono senza troppi ghirigori. Ma che addirittura si trasferiscano ad abitare nel tuo stesso palazzo beh, è incredibile.

Sapevo che i vecchi inquilini se ne fossero andati, mettendo in vendita il loro appartamento, proprio a fianco al mio. Ci sono stati giorni in cui si sono alternati potenziali acquirenti. Fino a ieri.

Suonano alla porta ed io, distratto dal film “I Cerbiatti di Sebastian”, ancora non capivo se fosse l’ennesimo venditore di aspirapolveri o qualcuno di più interessante.

Sbottando mi dirigo verso l’entrata, guardo dentro lo spioncino e chi vedo? Una megatopolona. Apro sorridente e con uno sfavillante “prego?” ho accolto la gnocchettina. Davvero un bell’esemplare.

Gonna fino alle ginocchia, ballerine e un bel seno. Viso da maialina, con un leggero tocco di rossetto. E’ la nuova vicina di casa, che dice aver sentito parlare molto bene di me. E io confermo.

La invito ad entrare e lei accetta un caffè, ma disastro, avevo dimenticato il film in pausa sulla tv proprio nella scena clou. Io le spiego che sto solo cercando di farmi una cultura del porno.

Ma lei, inspiegabilmente indispettita, mi chiede di andare. Io le rispondo baciandola. Ecco che la mia filosofia, il mio verbo, il mio immenso fascino, hanno mietuto un’altra vittima.

Lei perplessa da tanto vigore si tira indietro e fugge. Non so se quando mi incontrerà in ascensore avrà voglia di parlarne. Io, di sicuro, premero ALT anzichè 2. Giusto per un sexy aperitivo.

I manuali di Blog Seduzione

seduzione-passiva